Venezia - Burano, Murano e Torcello in sedia a rotelle

Tabella dei contenuti

La nostra Venezia

Burano, Murano e Torcello

In questo articolo ci occuperemo delle isole di Murano, Burano e Torcello, che sono un po' più lontane dalle isole principali della laguna, ma meritano sicuramente una visita.

Distretti (sestiere) Venezia

Le isole di Murano e la loro storia

Murano

Murano è un gruppo di isole a nord-est della città vecchia di Venezia. Murano è conosciuta per i suoi Arte del vetroma vive anche di turismo e, in piccola parte, di pesca.

Le radici dell'arcipelago risalgono al Tarda antichità indietro. Nel V e VI secolo la popolazione crebbe a causa dei rifugiati di Altinum che cercavano rifugio dagli Unni e dai Longobardi. Alla fine del XIII secolo, l'attenzione si concentrò sulla produzione del vetro, che diminuì bruscamente verso la fine della Repubblica di Venezia. Poi, nel corso del XIX secolo, ci fu una rinascita - sostenuta dal comune.

Murano si trova 1,1 km a nord di Cannaregio e circa 230 metri a nord dell'isola cimiteriale di San Michele. L'arcipelago è composto da 7 isole individualiche è dovuto a 8 canali sono separati l'uno dall'altro e 11 Ponti interconnessi.

La Basilica di Santi Maria e Donato e che Museo del vetro sono le attrazioni più importanti dell'arcipelago. Inoltre, c'è la possibilità nei vari negozi Vetro di Murano e opere d'arte in vetro di Murano.

Avvicinamento a Murano

Murano

Come spiegato nel nostro primo post, Venezia è facile da raggiungere.
I luoghi abituali sono Piazzale Roma e la stazione ferroviaria di Santa Lucia. Da qui si possono prendere i vaporetti verso le diverse parti della città.

Murano può essere raggiunta da diverse linee di vaporetti: No. 3 , No. 4. e 12.

La Linea 3 è l'opzione più veloce. È una specie di vaporetto espresso per Murano e parte dal molo D di Piazzale Roma. La prossima fermata è la stazione di Santa Lucia e poi va a Murano senza un'altra fermata. A Murano, il vaporetto si ferma in diverse fermate. Tuttavia, la linea del vaporetto passa solo ogni 20-30 minuti e solo durante il giorno.

La Linea 4 è diviso in linee 4.1 e 4.2 (talvolta chiamate linee 41 e 42 dai veneziani). I vaporetti di questa linea circumnavigano tutta l'isola principale di Venezia e fanno una deviazione all'isola di Murano, che circumnavigano anche una volta, all'isola del cimitero di Sant Michele e all'isola della Giudecca.

È importante che la linea in diverse direzioni intorno alle isole guidare:

  • La linea 4.1. viaggia in senso antiorario intorno a Venezia
  • La linea 4.2. viaggia in senso orario intorno a Venezia.

A seconda della fermata da cui si sale e di dove si vuole andare, si dovrebbe quindi verificare in anticipo se il percorso è più veloce in senso orario o antiorario.

Altrimenti, le due linee di vaporetti fanno esattamente le stesse fermate.

La circumnavigazione di Venezia - senza deviazione a Murano ecc. - dura circa 80 minuti.

La linea 12 è il "Venice Island Express" e collega la fermata Fondamente Nove sull'isola principale con Murano, Burano, Mazzorbo e Torcello. Questa linea di traghetti (le barche sono corrispondentemente più grandi) passa ogni 30 minuti. Ogni ora il traghetto fa poi scalo in altre stazioni della terraferma: Punta Sabbioni e Treporti. La linea 12 si ferma a Murano solo alla fermata Faro.

In sintesi:

Dalla stazione ferroviaria Santa Lucia e da Piazzale Roma: Tempo di viaggio da 25 minuti a 40 minuti circa. La più veloce è la linea 3, altrimenti circa 45 minuti con la linea 4.2 (al ritorno con la linea 4.1).

Da San Marco (Piazza San Marco): Almeno 50 minuti con le linee 4.1. e 4.2.

Da Fondamenta Nove: Circa 19 minuti, ma si ferma solo a Murano Faro.

Tour: Tour di Murano

Suggerimento 1

Se volete vedere da vicino l'affascinante arte della soffiatura del vetro, ci sono varie opportunità di partecipare alle dimostrazioni di soffiatura del vetro che si svolgono nei vari "fornaci" dell'isola. Il tour qui proposto copre tre aree separate dell'isola, tutte raggiungibili con i mezzi pubblici.
Andiamo.

Partiamo dalla fermata dell'isola Murano Colonna e seguire la via Fondamenta dei Vetrai fino alla chiesa di San Pietro Martire, costruita nel periodo rinascimentale. Questa chiesa ospita dipinti di Paolo Veronese, Dominico e Jacopo Tintoretto e la "Madonna in trono" di Giovanni Bellini. C'è un accesso senza barriere alla chiesa attraverso una porta laterale.

Palazzo da Mula

Dopo una breve deviazione alla chiesa, seguiamo la via Fondamenta dei Vetrai un po' più avanti e raggiungiamo il palazzo veneziano-bizantino Palazzo da Mulache fu costruito dai nobili veneziani come residenza estiva ed è ora la sede degli uffici comunali di Murano. Si può accedere al palazzo in sedia a rotelle attraverso un'entrata sul retro dell'edificio. I piani superiori possono essere raggiunti tramite un ascensore nell'edificio. Nel palazzo ci sono anche servizi igienici senza barriere disponibile.

Mueso del Vetro

Per raggiungere la seconda sezione del tour, prendiamo alla fermata Da Mula il Vaporetto 4.2. Giracittà. La fermata è proprio di fronte al palazzo. Alla fermata Murano Museo lasciamo di nuovo il vaporetto.

Alla fermata del Museo di Murano, giriamo a destra in via Riva Longa e poi, alla fine di Riva Longa, giriamo in Fondamenta Giustiniani. Seguiamo i Fondamenta fino a Museo del Vetro, il museo del vetro fondato nel 1861 dall'abate Vincenzo Zanetti. L'esposizione nel museo mostra prodotti artistici in vetro dall'antichità ad oggi. Le sale espositive possono essere raggiunte senza barriere con l'aiuto di un ascensore. Qui si trovano anche servizi igienici senza barriere.

Basilica di Santi Maria e Donato

Se si segue la Fondamenta Giustiniani un po' più avanti, si arriva alla Basilica di Santi Maria e Donatoche ospita un bel mosaico di absidi con uno sfondo dorato. Si può anche ammirare il bellissimo pavimento a mosaico. L'ingresso laterale della basilica è senza barriere e tutte e tre le navate sono raggiungibili tramite rampe all'interno della basilica.

Tornati in Campo San Donato, la grande piazza vicino alla Basilica, camminiamo lungo la via Fondamenta San Lorenzo e poi giriamo a sinistra nella via Calle delle Contiere. Qui possiamo vedere un meravigliarsi di un grande esempio di archeologia industriale: il Contiere. Le Conterie erano un insieme di vecchie fornaci e fabbriche per la produzione di perle di vetro colorato utilizzate per collane, bracciali e ornamenti.

Chiesa di S. Maria degli Angeli

Seguiamo la via Calle delle Contiere fino alla fine e poi giriamo a destra su Campo San Bernando, seguiamo Campo San Bernando fino alla via Calle Barovier. Alla fine di Calle Barovier girare a destra in Fondamenta Venier. Alla fine della strada sul lungomare c'è il Chiesa di S. Maria degli Angeli, che risale anch'esso al Rinascimento. La chiesa è attualmente chiusa al pubblico, ma vale comunque la pena visitarla e si ha una bella vista di Murano e si può Opere d'arte in vetro, che sono stati utilizzati per decorare i Fondamenta. Da qui si torna indietro lungo la Fondamenta Venier fino alla Fermata del vaporetto Murano Venier.

Per raggiungere la terza parte del tour, saliamo sull'autobus alla fermata Murano Venier o alla fermata Murano Museo più in basso. Vaporetto linea 3 o 4.2 e guidare fino alla fermata Murano Faro.

Scuola del Vetro Abate Zanetti

Di fronte alla fermata del Faro di Murano, percorriamo Viale Bressagio e poi giriamo a destra in Calle Briati. Qui c'è il Scuola del Vetro Abate Zanetti, la scuola del vetro dell'Abate Zanetti. La scuola è completamente senza barriere e può essere prenotata per telefono ( +39 041 2737711) o per e-mail (info@abatezanetti.it) si può assistere alla lavorazione del vetro. Se si percorre viale Bressagio e poi si gira a destra in Fondamenta Manin, la si percorre e si arriva finalmente al Campo Santo Stefano. Dove un tempo sorgeva la chiesa omonima, si trova oggi un oratorio. Inoltre, da qui si può vedere la torre dell'orologio, il Torre dell'Orologio che fu costruito alla fine del IX secolo in stile medievale. Da qui, prendi lo stesso percorso per tornare alla fermata Murano Faro.

Da qui si può prendere il battello n. 12 verso Burano o prendere lo stesso vaporetto per tornare verso le isole principali.

Clicca il pulsante qui sotto per scaricare il contenuto di www.komoot.de.

Contenuto del carico

Gli arcipelaghi di Burano e Torcello

Burano e Torcello
Burano

Burano è una delle isole più grandi della laguna di Venezia, con una superficie di oltre 21 ettari, e una delle più densamente popolate, con oltre 2.700 abitanti. Burano si trova a nord-est del centro storico di Venezia e consiste in 4, ex 5 isole singoleche è dovuto a 8 Ponti sono collegati tra loro.

Burano è anche conosciuta per i suoi Ricamatrici di pizzoche dal XVI secolo realizzano il merletto con l'intricata tecnica dell'ago Reticella.

Tipico di Burano sono i molti piccoli in ogni una alle case vicine colore contrastante in grassetto dipinto case di pescatoriche si riflettono nei canali e che sottolineano l'individualità dei rispettivi proprietari delle case. I curiosi colori attirano molti pittori e fotografi sull'isola. Per quanto riguarda le case colorate, c'è anche un LeggendaQuesto racconta che la colorazione delle case serviva all'orientamento dei pescatori, che identificavano la loro isola e la loro casa dal colore nella nebbia o dopo una notte di bevute.

Torcello

Torcello è un'isola nella laguna morta, la parte settentrionale della laguna di Venezia, dove le maree non sono più visibili.
Torcello si trova 150 metri a nord di Burano e Mazzorbo, separato da loro dal Canale di Burano. L'isola è di circa 45 ettari e nel 2001 viveva 25 residenti sull'isola. Torcello era già molto presto si stabilìQuesto è testimoniato, per esempio, dalla cattedrale, che risale all'alto Medioevo. Oggi, Torcello è conosciuta dai buongustai benestanti soprattutto per il Ristoranti Locanda Cipriani un obiettivo noto.

Indicazioni per Burano e Torcello

Burano e Torcello

Come spiegato nel nostro primo post, Venezia è facile da raggiungere.

I luoghi abituali sono Piazzale Roma e la stazione ferroviaria di Santa Lucia. Da qui si possono prendere i vaporetti verso le diverse parti della città.

Le isole di Burano (e Mazzorbo) e Torcello si raggiungono meglio con il Traghetto 12, che inizia sull'isola principale di Venezia alla fermata Fondamenta Nove e poi va alle isole una dopo l'altra:

Venezia Fondamente Nove - Murano Faro - Mazzorbo - Torcello - Burano - Treporti - Burano - Torcello - Mazzorbo - Murano Faro - Venezia Fondamente Nove

C'è solo una fermata sulle isole di Burano e Torcello, quindi non c'è un modo sbagliato per scendere qui.

Tempi di viaggio:

  • Fondamente Nove - Murano Faro: 19 minuti
  • Fondamente Nove - Burano: circa 40 - 45 minuti
  • Fondamente Nove - Mazzorbo: circa 23 minuti
  • Fondamente Nove - Torcello: poco meno di 40 minuti
  • Murano - Burano: circa 30-40 minuti.

Giro: Burano

Suggerimento 2

Sull'isola di Burano, molto è stato fatto per l'accessibilità e così si nota nei diversi luoghi che per esempio i gradini dei ponti sono stati tenuti bassi di proposito in modo che possano essere navigati più facilmente anche con una sedia a rotelle.

Le case colorate e l'antica arte del merletto hanno reso Burano molto famosa ed è semplicemente bello andare alla deriva sull'isola e godersi questo trambusto colorato.
Quindi cogliete l'occasione e seguite non solo il nostro tour qui descritto, ma godetevi l'affascinante ambiente di Burano. Andiamo.

Dalla fermata della linea 12 proseguiamo dritti lungo la Calle San Mauro. Alla fine della strada, girare a sinistra in Fondamenta San Mauro e seguirla lungo il canale fino a raggiungere un ponte a livello sul Rio degli Assassini. Ora raggiungiamo via Baldassarre Galuppi, la strada principale dedicata al compositore settecentesco dell'isola.

Chiesa di San Martino e Museo del Merletto

Sulla strada principale ci sono molti ristoranti, i caratteristici negozi che vendono pizzi e biscotti dolci, come le "Esse" (biscotti a forma di S) o i tondi "Buranei". Alla fine della strada principale c'è Piazza Galuppi, dove si trova anche il Chiesa di San Martino e il Museo del Merletto si trova. La chiesa del XVI secolo ospita opere d'arte come la Crocifissione di G.B. Tiepolo. L'ingresso principale della chiesa ha un gradino di 8 cm, al quale si può accedere con l'aiuto di una piccola rampa. Il museo, che ha un gradino di 10 cm all'ingresso principale, è ospitato nella storica Scuola del Merletto, fondata alla fine del XIX secolo. Le sale espositive del museo sono accessibili tramite rampe e una piattaforma all'interno dell'edificio, e con prenotazione anticipata è possibile osservare dal vivo le tecniche delle merlettaie.

Sull'isola di Burano ci sono anche altri due ponti accessibili, che il due isole più piccole con l'isola principale di Burano.

Se si gira a destra da Via Baldassarre Galuppi poco prima della chiesa in Rio Terrà del Pizzo, poi a destra in Calle Pope e al canale a destra in Fondamenta del Pizzo, si arriva al ponte della prima isola. Su questo c'è un piccola marina e un parcoche invita a soffermarsi. Si può anche seguire la Fondamenta del Pizzo per tornare al ponte a livello che riporta alla fermata.

La seconda isola si raggiunge girando a sinistra in via Riva dei Santi nella piazza di fronte alla chiesa di San Martino e seguendola fino alla fine. L'isola è ora raggiungibile attraverso il ponte senza barriere e qui si può anche iniziare un piccolo giro, riposare nel parco e guardare le navi agli imbarcaderi dall'altra parte dell'isola.

Mazzorbo

Dalla fermata della linea 12 - Burano si può girare direttamente a destra e raggiungere l'isola di Mazzorbo attraverso un ponte senza barriere, che si può anche esplorare. Qui è piuttosto tranquillo e accogliente, molto verde, molti parchi, alcune case piuttosto vecchie e si trova anche il cimitero di Burano.

Dalla fermata puoi prendere la linea 12 per tornare all'isola principale o attraversare Torcello con le linee 9 o 12.

Giro: Torcello

Suggerimento 3

Coloro che vogliono vivere un'esperienza ancora più isolana e non hanno ancora voglia di tornare alla folla delle isole principali, possono anche visitare l'isola di Torcello. L'isola di Torcello è molto verde e un bel cambiamento dalla città. Tuttavia, se non sei con una sedia a rotelle manuale e un accompagnatore, puoi visitare solo la prima parte dell'isola.

Dalla fermata, prendi la strada lungo il canale. Sulla destra si può vedere il Ponte del Diavolo, uno dei pochi ponti che non hanno ringhiere.

Per raggiungere il cuore dell'isola, bisogna superare un ponte con 5 gradini. I gradini del ponte sono alti circa 10 cm, ma sono molto profondi, motivo per cui si ha un buon spazio qui con la sedia a rotelle. Una sedia a rotelle manuale può essere tirata all'indietro da un accompagnatore. Tuttavia, tutte le altre sedie a rotelle non dovrebbero andare lontano.

Cattedrale di Santa Maria Assunta

Attraversando il ponte, si raggiunge una piccola piazza dove ci sono importanti monumenti che testimoniano l'importanza storica del luogo: il Trono di Attilail Museo di Torcello, il Chiesa di Santa Fosca dal quattordicesimo secolo e il Cattedrale di Santa Maria Assunta con i resti del Battistero. La cattedrale fu fondata nel 7° secolo ed è la più antica chiesa della laguna. All'interno, sono conservati molti marmi e mosaici bizantini che decorano la maggior parte del pavimento e delle pareti. Notate in particolare il magnifico Giudizio Universale sopra l'entrata principale. L'accesso alla cattedrale è possibile in sedia a rotelle grazie alle rampe. Il Museo di Torcello, che espone tesori e reperti archeologici, è ospitato in due diversi edifici: il Palazzo del Consiglio e il Palazzo dell'Archivio. Il primo ospita la parte medievale e moderna ed è accessibile solo al piano terra, mentre il secondo ospita la parte archeologica e non è privo di barriere a causa di una scala.

Dalla fermata si può prendere la linea 9 per tornare a Burano o la linea 12 per tornare verso l'isola principale.

Clicca il pulsante qui sotto per scaricare il contenuto di www.komoot.de.

Contenuto del carico

La prossima volta

Nel prossimo post, avrete dei consigli da noi sul 

Zattere e Sante Margherita

Quindi tornate a controllare o meglio ancora - iscrivetevi a Wheelchair Tours sui canali dei social media!

Solo il viaggio è vita, come al contrario la vita è viaggio.

Jean Paul
Ti piace questo post?

Allora sentiti libero di condividerlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cantiere

Come avrete notato, stiamo traducendo il nostro sito web e aggiungendo altre lingue. Poiché questo è tecnicamente un po' complesso, non tutte le pagine sono attualmente disponibili in tutte le lingue o solo in una lingua. Traduzione da parte di un'IA (intelligenza artificiale) è disponibile. 

A causa dell'installazione della tecnologia di traduzione nel sito web, alcune formattazioni si sono purtroppo interrotte. Cerchiamo di ripristinarli il più presto possibile. 

Grazie per la vostra comprensione!